Microstorie/ Nella neve

E’ tutto bianco, fuori. Montagne disegnate col pennarello, troppo nitide per essere vere, incongrue rispetto al caldo rassicurante dello scompartimento di questo treno rosso. Il bianco è freddo, il rosso è caldo. Il cerchio alla testa non accenna a scemare, tanto che si chiede come farà a sopportare tutto il viaggio. Anna si è dimenticata … Leggi tutto

Piccolissimo alfabeto sentimentale: A come aspettare

Una delle condizioni più difficili per l’essere umano, più o meno da quando quella signora di nome Penelope tesseva e disfava il telaio, alimentando così l’idea immortale della pazienza bovina come grande virtù. Invece aspettare è un’arte “a termine”, non può essere infinita e presuppone volontà e distrazioni. È un compromesso tra il proprio desiderio … Leggi tutto

Senza categoria

Tu chiamala, se vuoi, reputazione (che va in malora)

L’ultimo caso è fresco fresco e gravissimo: un poliziotto scrive su Facebook degli status assai discutibili sul G8 e la scuola Diaz (che qui non riporto ma sono reperibili tramite semplicissima ricerca Google), un altro poliziotto di Cagliari mette “mi piace” a quello status. Si scatena il pandemonio, e il finaleè che entrambi vengono sospesi … Leggi tutto

Microstorie / un caffè al Poetto

E’ un mese dolce, settembre. Anche senza i filtri degli smartphone la luce è questa, chiara chiara ma non più feroce come quella di agosto. Insoddisfatti e un pò lagnosi come siamo, in fondo ci dispiace di non dover affrontare più il caldo che toglie il respiro, come se soffrire fosse un pegno necessario, quasi … Leggi tutto

Senza categoria

L’irresistibile fascino dell’intellettuale. Era ora!

…“Forse è perché la riverenza e l’ammirazione sono emozioni che ci attraggono; amiamo provarle, se troviamo qualcuno che davvero le meriti. Politici e militari non sono più adatti. Gli sportivi non hanno la giusta gravitas., ecc.” E visto che tutti vogliamo qualcun* da amare, chi rimane? Tim Parks (da questo post nel blog di Vito Biolchini) … Leggi tutto

La mia generazione (e non solo)/ le prime cinque cose da salvare in caso di crisi

Viviamo in tempi difficili e interessanti per molti (ma non per tutti). Li  definisco “interessanti” perché assorbono quasi tutte le energie della mia generazione, quella dei 35-40 enni e oltre (non che gli under 30 stiano benissimo, ma è un’altra storia). In questi ultimi anni, ormai decenni – perché i più accorti hanno avvertito i … Leggi tutto