Senza categoria

Cioccolatino o mozzarella?

(L’AltraVoce.net,8/11/2008) Il vero problema non è il solito misunderstanding (oggi ci sentiamo tutti un po’ americani, Berlusconi compreso) fra il nostro presidente del Consiglio e la stampa che per sua natura gli è avversa, ergo non lo capisce quando parla (o viceversa); non si tratta neanche di maleducazione, cafonaggine, cattivo gusto, e tutto il campionario … Leggi tutto

Il più grande mistero dell’era moderna

Ci sono i misteri religiosi, come le apparizioni e conseguenti guarigioni di Lourdes, Fatima, Medjugorie e simili; ci sono quelli un po’ più prosaici e tutti italiani come l’aereo caduto a Ustica, il treno Italicus, Roberto Calderoli che fa il ministro.Ma ce n’è uno ancora più grande, irrisolto, che non smette di esercitare il suo … Leggi tutto

Primo tempo

“Il problema è il tempo”, ha sentenziato una sera il Signor C.Il tempo? In che senso “il tempo”?Quel tempo che non ti sei accorta di come è passato e di quanto poco ci ha messo a passare? O quello che impietosamente viene evocato da persone che di solito non sanno manco che significhi “evocare” e … Leggi tutto

Senza categoria

E’ la demagogia, bellezza.

Arieccolo: un altro V-Day, stavolta per la libertà di informazione. Meno male che c’è Grillo, di cui condivido alcune esternazioni (di solito collocabili nella categoria della “scoperta dell’acqua calda”, solo che gridate da qualcuno famoso hanno tutt’altra eco e improvvisamente sembrano illuminate da una luce diversa, mah). Voltarianamente parlando (“Disapprovo quello che dite, ma difenderò … Leggi tutto

Senza categoria

Esci da questo corpo, demonio!

Tipica formula degli esorcismi. Si potesse applicare anche a quella possessione demoniaca alla quale non sembra possibile scampare nè liberarsi una volta che ne si è stati colpiti, sarebbe meglio. Eppure non possiamo smettere di sperare in una grazia che ci liberi dal vero male assoluto dell’Italia del terzo millennio e oltre: il lavoro precario, … Leggi tutto

Senza categoria

Un romanzo in sei parole

Fiumi di parole (proprio come la canzone degli indimenticabili Jalisse…?!), soprattutto nella Rete, ci circondano, ammaliano, più spesso stordiscono e provocano l’ormai nota sindrome della “lettura in diagonale”. Ebbene, faccio mia la sfida lanciata dal sito Smithmag.net e ripresa dal Corriere.it. Si tratta di scrivere una storia in sei parole. Avete letto bene: sei parole … Leggi tutto