Piccolissimo alfabeto sentimentale: M come mancanza

Siamo fatti per il 70% d’acqua, il resto è mancanza. Un sentimento che nelle serate buone è parente stretto della malinconia, in quelle brutte della rabbia. Abbiamo lasciato amicizie, amori, lavori, luoghi, oppure loro hanno lasciato noi; e se a volte è stata una liberazione, in altri casi ci chiediamo come richiudere il buco che … Leggi tutto

Piccolissimo alfabeto sentimentale: H come hic et nunc

L’avevo dimenticata, ma soltanto perché ero distratta. Non ero, cioè, concentrata sull’ “hic et nunc”: qui e ora. La locuzione latina, secondo la Treccani, “si usa spesso per indicare che una cosa non ammette proroghe nella sua attuazione”. E’ forse lo snodo cruciale, il momento che cambia la vita e che dobbiamo saper cogliere adesso, … Leggi tutto

Piccolissimo alfabeto sentimentale: L come leggerezza

Ce l’ha spiegato benissimo Calvino: “leggerezza non è superficialità ma planare sulle cose dall’alto“. È un’arte difficilissima, che come l’ironia (a cui sempre si accompagna) o ce l’hai o non te la puoi dare. La leggerezza permette di maneggiare il materiale incandescente dei sentimenti più forti con la consapevolezza che sopravviverai, perchè qualche milione di … Leggi tutto

Perchè non sai soffrire (a proposito di doppie spunte blu)

Avevamo quindici, vent’anni: erano i primi anni Novanta. Se ci piaceva qualcuno lo scrivevamo sul diario di scuola o su quello personale, a casa, in qualche caso risparmiando sul futuro analista. Ne parlavamo con le amiche e gli amici, aspettando magari l’occasione giusta. Oppure la telefonata pomeridiana al telefono di casa. Magari scrivevamo anche dei … Leggi tutto

Piccolissimo alfabeto sentimentale: I come irrequietezza

“Le vent nous portera”, e infatti in questi giorni soffia un maestrale forte, che ha finalmente squarciato la cappa di caldo paralizzante che ci impediva di fare. Di dire, fare, baciare, lettera e testamento: come in una formula magica, l’irrequietezza ci risveglia dal torpore. È il non sapere dove mettersi, nei casi peggiori con chi; … Leggi tutto

Piccolissimo alfabeto sentimentale: G come gioco

Attività tipica dei bambini e degli adulti più evoluti, il gioco nelle relazioni lo si pratica in compagnia, altrimenti si chiama dominio. Non è frequentissimo conservare o sviluppare il senso del gioco, che non è superficialità ma leggerezza, consapevolezza di sé, fiducia nell’altro e capacità di giocare, appunto, ad armi pari. Può essere “un due … Leggi tutto