La mia generazione: “ma tu, ci pensi mai ai figli?”

Un amico mi ha chiesto: “Ma tu, ci pensi mai a come sarà quando i tuoi figli avranno vent’anni?”. No, gli ho risposto un po’ spaventata, non ci penso mai. Ho preso l’abitudine di rimuovere il pensiero del futuro, almeno per quanto riguarda i suoi effetti pratici: un lavoro, una improbabile pensione, e il destino dei … Leggi tutto

Senza categoria

Ma nemmeno le maledizioni servono.

Oggi ho letto questo pezzo di Gad Lerner sul nuovo libro della De Gregorio, “Io vi maledico”. Non credo che acquisterò il libro, perché mi mette troppa angoscia la precisione chirurgica con cui, già dalla recensione, viene analizzata la situazione sociale del Paese. E’ un paradosso, la recensione che scoraggia la lettura: ma accade così … Leggi tutto

Bollettino medico dell’anno 2012.

La fine dell’anno si avvicina e con sommo imbarazzo mi rendo conto che non sono in grado di farne una sintesi, un riepilogo, nulla di ciò che ci si aspetta da un dicembre particolarmente sottotono, personalmente e in generale. Perfino Facebook mi stressa con la mossa markettara della sintesi del 2012. Per carità. Non ricordo … Leggi tutto

Senza categoria

L’Italia delle tre “R”: la quarta è la rabbia.

Il Censis fotografa l’Italia, ed è una fotografia sgranata, fatta di molte sfumature di “risparmio, rinuncia e rinvio”. E rabbia: quella di non potersi permettere nemmeno gli sfizi, le “coccole” quotidiane, che diventano piccoli lussi per un ceto medio ormai piccolissimo.  Ieri ho trovato nella casella della posta l’invito di una nota gioielleria cittadina che … Leggi tutto