E’ incontrovertibile e oggettivo che esistano al mondo degli evergreen, dei classici intramontabili, un po’ come il tubino nero, il filo di perle, la canzone “Teorema” di Marco Ferradini. Avete presente? “…e fuori dal letto, nessuna pietà”.
Quindi l’imbrattacarte (chiamarlo scrittore o peggio “esperto” è francamente ridicolo) che ha dato alle stampe il fondamentale “The Re-education of a female” non ha scoperto granchè di nuovo. Su questo piccolo spazio comune abbiamo parlato diverse volte di donne e uomini, ad esempio, quando altri temi come la vita ad Accozzolandia o l’importanza della scarpa giusta e di chi la calza non ci hanno distratte/i .

In soldoni (perché il libro è ovviamente assai venduto), questo signore sintetizza in poche caratteristiche il segreto della relazione felice, che è ovviamente tale in quanto la donna riesce a tenersi stretto l’uomo (il che cozza clamorosamente con le affermazioni che il Re Padre mi ripete da una vita, e cioè che le ragazze hanno solo da scegliere, ma lui non fa testo in quanto adoratore delle divinità pagane rappresentate dai due frutti dei suoi lombi).

I “must-have” della donna sveglia sarebbero dunque essere sexy, magre e obbedienti. E non incaponiamoci, o nostalgiche della parità dei sessi che tanti guai ci sta procurando, a polemizzare sulla terza virtù, l’obbedienza (sulle altre due sono certa che siamo tutti, ma proprio tutti, d’accordo). Il guru afferma: “…se una donna non obbedisce, ce ne sono almeno dieci dietro l’angolo pronte a farlo”.
Vabbè, sai che scoperta, bastava osservare le Miss in gara quando abbracciano la vincitrice volendo cavarle gli occhioni lacrimosi per capire che la solidarietà femminile è una invenzione dei collettivi anni 70 e dei settimanali a larga tiratura.
Però, visto che è così facile fare soldi (che, ricordiamo, non fanno la felicità ma aiutano a meditarci sopra) e io sono stufa di essere freelance (molto free), ho deciso che scriverò il vademecum per l’altra metà del cielo, qualcosa tipo “la Rieducazione del maschio” (l’originalità paga, cari miei).
I suggerimenti su cosa deve fare un uomo per tenersi stretta una ragazza sono graditi, tenete presente che, basandomi sull’ideona originale, alcune perle di saggezza le ho già prodotte, ripescando nella memoria:
Un uomo che sa creare un sorriso, guardarti negli occhi, parlare col viso… / Un uomo che sa vedere e guardare, guardare e capire le storie del mare… / Un uomo che sa capire il momento, godere la vita, giocare col vento…*
E ovviamente ricorda tutti gli anniversari, ha gli addominali scolpiti, ama fare le faccende domestiche e regalare brillocchi faraonici alla sua donna, che ascolta per ore e ore straparlare delle sue amiche, delle amiche delle amiche, della borsetta che ha visto in centro e di quanto era brutto il vestito della moglie del cognato del suo ex collega incontrata due settimane fa.

Venderò milioni di copie, lo sento.
(* l’indimenticata eau de toilette Rockford, do you remember?).

Inoltre vi consiglio di leggere...

9 comments

Rispondi

Quell’uomo che descrivi esiste ed io lo conosco. Piccolo particolare: è gay 😉

Rispondi

porco il clero, o Reggymaliarda, ti sei fatta fuori la riserva del nettare degli dei di Azzurro?
Altro che Tanca Farrà…

No Blogger

Rispondi

Una cosa che le donne gradiscono, ma spesso gli uomini trascurano è: il sapone!
Ossia: uomini lavatevi! Non depilatevi, non truccatevi, non riempitevi di cremine e (per carità!) non sfoltitevi le sopracciglia, ma docciatevi! Il profumo di pulito è molto erotico! 😀

Rispondi

Madry, ma cosa si può aggiungere alla sublime poesia di Rockford??!!:-DD comunque, luogo comune per luogo comune, il vero uomo porta i pantaloni e porta i soldi a casa, se sono tanti è meglio, in modo che lei possa comprare tutte le borsette vintage che sogna, tutte le LV che portano le star sui giornali, farsi la liposuzione, il botulino, il massaggiatore, e diventare volontariamente ubbidiente. Se hai bisogno di una mano, mancina, per il tuo libro..

Rispondi

Cavoli! Fino alla parte in corsivo ci arrivavo, la parte dopo non ci riesco…soprattutto gli addominali scolpiti :/

Tranne se non intendi scolpiti nella gelatina 😀

Rispondi

ah, Rockford…battuto soltanto dall’uomo Averna (“scalda il cuore…il gusto pieno della vita”)!

* S.B: ma dai…c’avrei scommesso! 😉

* No-B: non negare, anche a te, in quanto maschio, piaceranno le ragazze obbedienti, no? ;D

* J.Cole, sono d’accordissimo…anche a me il profuno di sapone piace tantissimo!

* Cara Giraff, la strada dell’ubbidienza è lunga e non si vedono borse firmate all’orizzonte… 😉

* Ah, Baol, intendevo appunto quel tipo di scultura ;)))

Rispondi

..no, o reggyeducabile, a me piacciono le bimberagazzedonne intelligenti, ironiche, che si lavano e che vogliano condividere la vita e quel che porta..eppure sono un maschio, pure mancino, ma non ho mai regalato una borsa ;-))

No Blogger

P.S. non ho particolare predilezione per le bionde..è grave?

Rispondi

Gary Champan, Come dire ti amo alla persona amata. Mi hanno consigliato questo libro perchè dicono che se mi è scappato l’uomo è perchè ho problemi di comunicazione e non l’ho rincorso abbastanza!!! Aaaaaaarghhh!
E io che credevo che gli uomini capissero solo i rutti e le scorregge !!!
P.S.
saluti Queen.

Rispondi

E perchè mai dovresti preferire le bionde, No-B? mica è scritto nel DNA maschile…sennò staremmo fritte in molte! ;PP

* ciao Lexandra, bennvenuta! 🙂

Rispondi