Bla, bla, bla. Due o tre cose che NON ho imparato sull’amore

E’ San Valentino, criticità massima. Ormai l’abbiamo capito tutti che è una festa commerciale e bla bla, che serve solo ai ristoratori e ai produttori di cioccolatini e fioristi e bla bla, che l’amore si festeggia ogni giorno e le ricorrenze non servono, e bla bla. Tutto vero eh, per carità: sospetto però che c’entri … Leggi tutto

Vado a letto con chi voglio: il problema è la libertà. Quella delle donne però!

L’articolo de “Le Monde” in cui Catherine Deneuve e altre 99 donne affermano che la “libertà di importunare” è necessaria alla libertà sessuale è molto interessante. Partendo da una avversione dichiarata al movimento #MeToo, che è diventato virale – ma anche molto reale, visto che dopo il caso Weinstein ha fatto emergere una serie di … Leggi tutto

Microstorie/ Il miracolo sullo sfondo

Vieni più vicino, ho pensato spesso. Mentre ti guardavo parlare ho staccato l’audio, ti guardavo e basta e capivo ugualmente cosa dicevi. Eppure da quando mi sono innamorata di te faccio più attenzione alle voci, ai suoni, perfino la visuale delle cose è più nitida. Quando vado in giro, o sono in un bar, osservo … Leggi tutto

Pubblicità progresso: diventa femminista anche tu [5 punti per migliorare la tua vita e soprattutto quella de* altr*]

[attenzione: questo post contiene parole come femminismo, amore, vagina, mascolinità, benealtrismo, pene, ecc.] 1. Il femminismo è sexy. Cominciamo subito con le cose importanti, ovviamente. Il femminismo è soprattutto libertà, e egualitarismo (che, ehm, non significa che le donne diventano uomini, eh, coff coff. Significa che sono pari nei diritti e opportunità, conservando la biologica … Leggi tutto

Piccolissimo juke-box sentimentale: Head over feet

Da qualche giorno canticchio questa: una canzone non troppo conosciuta, che però ha un testo bellissimo, fatto di quello stupore tipico dei miracolati: “perchè ci ho messo tanto a capirlo?” (per dire, una ci può impiegare anche dei mesi, eh, NdR). E anche di resistenze infrante, di gente che finalmente si arrende a un amore … Leggi tutto

Perchè non sai soffrire (a proposito di doppie spunte blu)

Avevamo quindici, vent’anni: erano i primi anni Novanta. Se ci piaceva qualcuno lo scrivevamo sul diario di scuola o su quello personale, a casa, in qualche caso risparmiando sul futuro analista. Ne parlavamo con le amiche e gli amici, aspettando magari l’occasione giusta. Oppure la telefonata pomeridiana al telefono di casa. Magari scrivevamo anche dei … Leggi tutto