La mia generazione/ Non me lo posso permettere.

Conversazione di un pomeriggio qualunque. La mia interlocutrice è nata nei primi anni Ottanta, laureata e masterizzata, precaria ormai ex, con all’attivo diversi lavori di vario genere. Guardiamo i miei bambini giocare, ricordiamo la nostra infanzia, realizziamo con sgomento che i miei figli faranno un terzo, se va bene, di quello che abbiamo potuto fare … Leggi tutto

La mia generazione/ Rabbia, Resistenza, Resilienza.

La mia generazione è quella schiacciata tra i giovani “veri” (sotto i 30 anni), un po’ NEET (not employment or training, che non lavorano nè studiano) e un po’ pronti ad andarsene vista la mala parata, e i 50 enni che hanno perso il lavoro, esodati abbandonati al loro destino o orfani di un posto … Leggi tutto

La mia generazione. “Voglio fare lo startupper”. Ahhhnnn?!

Quasi settembre, tempo di bilanci. Non aziendali, eh: personali. Dove eravamo rimasti? Ah, sì: faccio sempre parte della mia generazione, quella “di mezzo” fra i giovani veri e gli esodati o quasi tali e chi si vede sfuggire la pensione sotto il naso, finestra dopo finestra.   Siamo i nati negli anni Settanta, insomma: i … Leggi tutto

La mia generazione (e non solo)/ le prime cinque cose da salvare in caso di crisi

Viviamo in tempi difficili e interessanti per molti (ma non per tutti). Li  definisco “interessanti” perché assorbono quasi tutte le energie della mia generazione, quella dei 35-40 enni e oltre (non che gli under 30 stiano benissimo, ma è un’altra storia). In questi ultimi anni, ormai decenni – perché i più accorti hanno avvertito i … Leggi tutto

Il futuro è una terra straniera

47, 53, 47: non sono numeri da giocare al Lotto, ma le età delle persone che si sono tolte la vita in Sardegna negli ultimi giorni. Altre caratteristiche comuni: maschi, avevano perso il lavoro o erano schiacciati dalla crisi economica che lo riduce drasticamente soprattutto nel caso dei lavoratori autonomi. Fatti terribili, da trattare con … Leggi tutto

Allarme disoccupazione dei giovani. I (più) vecchi, evidentemente, sono dati per spacciati.

Oggi li ho visti preoccupati, i nostri media: gli ultimi dati parlano del 37% dei giovani tra i 15 e i 24 (i veri giovani quindi) che è disoccupato. E’ allarme per il futuro, titolano i giornali, come se il futuro di un Paese potesse essere letto solo nell’ottica di una fascia d’età che è spesso … Leggi tutto