Il lavoro è morto, viva il lavoro (ma solo a Sanremo)!

Gira in Rete la lettera di un giovane uomo che prima di togliersi la vita ha spiegato il perché con un tremendo atto d’accusa verso una società, quella italiana, che mortifica le speranze e sottrae il diritto al futuro (perché lo è, un diritto), che si pratica concretamente soprattutto attraverso il lavoro. E se il … Leggi tutto

Campagna elettorale regionale: nove consigli non richiesti ai candidati (e uno all’elettor*)

Sì, è la solita ciccia. L’avevo già scritto nella precedente tornata elettorale, nel febbraio 2014. Come è andata lo sappiamo: ha vinto il centrosinistra, il governatore è Francesco Pigliaru. Ma visti i rumors che arrivano da più parti, sembra che potrebbe essere opportuno ri-attrezzarsi nuovamente per sfangare un’altra campagna elettorale assai anticipata in Sardegna, e … Leggi tutto

10 parole per il nuovo anno

E tanti auguri a tutte e a tutti. 1. Leggerezza:  L’ha spiegato Calvino, e già questo basterebbe. Anche se è la seconda parola più abusata di sempre dopo “resilienza”, conserva il suo valore assoluto, invincibile, preziosissimo: “…non è superficialità ma planare sulle cose dall’alto, senza macigni sul cuore”. Difficilino, però. E allora c’è la sua … Leggi tutto

Microstorie/ Nella neve

E’ tutto bianco, fuori. Montagne disegnate col pennarello, troppo nitide per essere vere, incongrue rispetto al caldo rassicurante dello scompartimento di questo treno rosso. Il bianco è freddo, il rosso è caldo. Il cerchio alla testa non accenna a scemare, tanto che si chiede come farà a sopportare tutto il viaggio. Anna si è dimenticata … Leggi tutto

Piccolissimo alfabeto sentimentale: O come Onda

Le onde del destino, come il film di quel regista un po’ matto, spesso ci travolgono: a volte felicemente, spesso lasciandoci storditi sulla riva dei nostri soliti giorni. La felicità è un’onda, così come la tristezza e la mancanza. Mentre la malinconia ristagna piano, la gioia scoppietta e sbrilluccica sulla riva. È quando ci arrabattiamo per … Leggi tutto

Piccolissimo alfabeto sentimentale: N come NO

“L’obbedienza non è più una virtù”, e non l’ho detto certo io. Obbedire è dire sempre sì, perchè assecondare garantisce tranquillità e le acque stagnanti del quieto sopravvivere, anche se vivere è spesso un’altra cosa.  Come una moneta che lanciamo in aria, la negazione ha due facce, due scuole di pensiero con relativi adepti. Quelli … Leggi tutto