Perchè non sai soffrire (a proposito di doppie spunte blu)

Avevamo quindici, vent’anni: erano i primi anni Novanta. Se ci piaceva qualcuno lo scrivevamo sul diario di scuola o su quello personale, a casa, in qualche caso risparmiando sul futuro analista. Ne parlavamo con le amiche e gli amici, aspettando magari l’occasione giusta. Oppure la telefonata pomeridiana al telefono di casa. Magari scrivevamo anche dei … Leggi tutto

Piccolissimo alfabeto sentimentale: A come aspettare

Una delle condizioni più difficili per l’essere umano, più o meno da quando quella signora di nome Penelope tesseva e disfava il telaio, alimentando così l’idea immortale della pazienza bovina come grande virtù. Invece aspettare è un’arte “a termine”, non può essere infinita e presuppone volontà e distrazioni. È un compromesso tra il proprio desiderio … Leggi tutto