e niente. lunedi scorso, arrivata in ritardo all’appuntamento per sentire Pierluigi Bersani a Cagliari, ho potuto verificare soltanto che gli operai Alcoa lo aspettavano per urlargli “traditore”, che le strade intorno al Teatro Massimo erano chiuse da polizia e carabinieri e che non ci avrebbero mai fatto entrare. 
Pur dispiaciuta di non avere potuto “sconchiare” una prevedibile platea PD, ho abbozzato e ho quasi subito ripiegato su un buon hamburger in compagnia. La nota interessante, oltre alle cibarie, è stata che lo scambio di battute con un giovane militante PD mi ha convinta a votare alle Primarie. Non per il candidato che vota lui, però!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.