Messaggio sul cellulare: “ma sei fuori di testa a mettere sul blog la foto del tuo piede nudo? È una istigazione a delinquere” (e vabbè, confesso, l’ho un po’ censurato). Certo il mittente si preoccupa della mia incolumità virtuale e del mio onore podologico, così come l’amica che lo chiama “piedino sexy” è mossa da un sentimento di fraterna amicizia, epperò mi sono incuriosita e un po’ rinfrancata per questa attenzione ai dettagli, non solo ai decolleteès o agli stacchi di gamba che cominciano a vedersi in giro, complice il bel calduccio nostrano. Fra l’altro io ho sempre adorato le mie estremità inferiori, anche se a qualcuno facevano un po’ sorridere perché sono un po’ rotonde, insomma non ho certo piedi da pianista (ah erano le mani, quelle?), ma piuttosto piedi “come ranuncoli” (??). E poi, insomma, rivendico il mio diritto a essere anche un po’ frivola talvolta, chè nonostante il mio incazzosimento perenne per il lavoro mio e degli altri, le ingiustizie globali e locali, sono pur sempre una ragazza semplice, io. Ecco. (affaticamento da settimana pesante, maybe).

Rispondi