Attività fra le più difficili e interessanti al mondo.
Ascoltare chi ci parla è una caccia al tesoro, dalla quale ogni volta emergono cose nuove.
Si ascolta con tutto il corpo, non solo con le orecchie: gli occhi dell’altro/a ci raccontano dove sta scappando, la ruga più profonda se ha dormito bene o no, le braccia mostrano la loro allegria degli abbracci o al contrario la fame e la sete.

Come in un documentario di Alberto Angela, se osserviamo bene cosa ci accade constateremo che ci si attivano sinapsi e movimenti cerebrali sconosciuti, e forse ci sentiremo un po’ strani, dopo.
Si chiama vicinanza, ed è un dono.

#LetteraA

Inoltre vi consiglio di leggere...

Rispondi