Crederci sempre, arrendersi mai: una regoletta utile in molti ambiti della vita, e nei sentimenti in particolare.

La fede in qualcuno o qualcosa è la forma perfezionata della fiducia, la vetta dell’Himalaya della nostra sicurezza, finalmente liberi dall’ansia da prestazione: “cosa ho fatto di sbagliato?”. Probabilmente nulla, verrai comunque amato/a.

La fede nell’amore o nell’amicizia non è granitica e immobile, è quel piatto che dobbiamo aggiustare di sale fino a trovare la ricetta giusta. Può volerci molto tempo oppure essere immediato, anche se non vogliamo crederci. La fede non è gratis, e il nostro portafogli deve essere fornito di pazienza e curiosità, resistenza e capacità di piangere, trucco waterproof e kleenex in tasca.

Soprattutto è una religione laica che prevede una stretta osservanza ai suoi principi: condivisione, vicinanza, disponibilità a mostrarsi come si è, fidandoci dell’altro e considerando la nostra opinione valida come la sua (e viceversa).
La divinità del momento ci ricambierà in misura cento volte maggiore restituendoci gioia, vitalità e quella sensazione di essere interi, al posto giusto, insomma come diceva quello: di essere diventati ciò che si è.
‪#‎LetteraF‬

Inoltre vi consiglio di leggere...

Rispondi