In un paese lontano, molto lontano da noi una leader politica è stata uccisa dalla solita Al Quaeda o forse da un Babbo Natale psicopatico, chissà. Certo sono paesi barbari, che covano in seno la serpe del terrorismo, anzi forse questo modo spiccio e brutale di eliminare gli avversari ce l’hanno proprio nel Dna, magari.
Noi invece siamo diversi, discutiamo per giorni, mesi e anni di una riforma di legge elettorale, facciamo le primarie nazionali e pure regionali, ci arrovelliamo su tutte le sfumature di colore del nuovo logo del partito possibili e immaginabili, insomma partecipiamo, dialoghiamo, siamo civili, no? Finchè improvvisamente la banalità del male non ci tocca da vicino, più vicino di quanto immaginavamo, riportandoci ai tempi delle caverne, e nel caso specifico della Sardegna a un triste stereotipo di ferocia sommaria e usanze da legge del taglione che credevamo superate. Stamattina a Orgosolo, paese famoso per il banditismo e i bellissimi murales, un uomo di 82 anni si avviava all’edicola per acquistare i consueti giornali. Arrivato davanti al sagrato della chiesa, in pieno centro del paese, veniva da una o più persone freddato con svariati colpi di pistola alla schiena (altro che “balentia”!). La vittima è Peppino Marotto, da sempre impegnato in politica e nel sociale, nonché conosciuto poeta in lingua sarda. Nessuno pare aver visto nulla, nonostante la strada sia centrale e l’orario (10.30 del mattino) non esattamente antelucano.
Forse il Marotto dava fastidio a qualcuno, forse questo qualcuno è un ammiratore dei metodi spicci e barbari di certi paesi lontani: fatto sta che mai come oggi mi pare di stare a Islamabad, Sardegna.

(nella foto, un murale di Orgosolo)

Inoltre vi consiglio di leggere...

17 comments

Rispondi

Hai colto nel segno,Reggy…altro che talebani!!!Vergogna vergogna vergogna!Ancora di più x chi non ha visto niente!Anche se forse non sono poi così tanto da biasimare,visto che anche loro poi all’edicola magari ci devono andare…:/

Rispondi

A noi, gli islamabadensi ci fanno un baffo..perchè da noi è ancora considerato “normale regolamento di conti” eliminare un vecchio con una fucilata alle spalle, chissà per quale vecchio torto, o una ragazzina che si affaccia al balcone di casa, solo perchè figlia di un feroce bandito. Aggiorniamo la lista, Madry?

Rispondi

quando si ammazza un poeta, un uomo sebbene scomodo ma di valore alla veneranda età di 82 anni…di balentia non se ne vede neanche l’ombra…
semmai tanta codardia!

porgo i miei saluti alla giraffa e alla regina 🙂

Rispondi

Questo commento è stato eliminato dall’autore.

Rispondi

Che tristezza ! 🙁

Rispondi

ma perchè dovrebbero ammazzare un uomo di 82 anni? infamia

Rispondi

Provo vergogna…come provai vergogna quando ammazzarono la ragazzina di 14 anni affacciata al balcone 🙁
* Crazy, è vero che all’edicola ci devono andare, ma non può continuare in questo modo…

* Giraffa, aggiorniamo pure la nostra “lista d’odio”…purtroppo pare esserci sempre spazio per nuovi membri! 🙁

*Mat, proprio l’età della vittima fa impressione…possibile che il movente sia stato, come si ipotizza, un rimprovero? saluti anche a te…

* S.B: una tristezza, sì, ma anche un pessimismo cosmico che non ti dico…

*Scuola di ladri: eccome se è un’infamia uccidere qualcuno per la strada,di spalle, a prescindere dall’età…

Rispondi

@regina: tutto è possibile, ormai non mi scanadalizza più nulla..mamme che uccidono i figli perchè piangono, marti che ammazzano la moglie senza un motivo e poi si ammazzano, ragazzi che uccidono ragazze che rifiutano orgie, ragazze che si uccidono per gelosia…
veramente l’orrido è diventato pane quotidiano

Rispondi

p.s. ti ho risposto sul mio blog con il link x chiedere info sul convento..

Rispondi

Che cosa ti aspetti dal nostro Sardistàn, oscura regione del Mediterraneo centrale. Terra splendida e certo migliore del suo popolo. Nessuno ha visto, nessuno parla, ma il povero Peppino Marotto “era benvoluto e stimato da tutti”. Ora, da morto, anche di più. Impegnati per ‘sto cavolo di popolo e vedrai la ricompensa…

Rispondi

ti faccio i miei migliori auguri di un sereno anno nuovo che possa realizzare tutti i tuoi desideri
Sergio

Rispondi

*Mat, grazie per il link…. 🙂

* Stefano, l’ho pensato anche io: vivi una vita nel tuo paese e il tuo paese ti spara alla schiena :-(((

* Grazie Sergio, speriamo in un anno migliore 🙂

Rispondi

Scappare… scappare… ma per arrivare dove?
Cambiare le cose poi è impossibile!
Mah… per adesso: BUON 2008!

Rispondi

tanti auguri regina!!!
ci si sente (legge) nel 2008!
bacioni

Rispondi

Molto spesso quando accadono questi fatti si tirano in ballo gli animali, le bestie, non sono d’accordo….loro almeno hanno motivi più seri dei nostri per comportarsi così.

E poi dicono che l’uomo è un animale intelligente…bah, ‘ste cose mi fanno pensare tanto il contrario 🙁

Rispondi

Scappare, allontanarsi, che meravigliosa tentazione…

@ Ciao Amosgitai, cambiare è possibile? questa è la vera domanda eterna (anche del 2008 temo!) Augurissimi anche a te!!

@ Auguroni Mat, divertiti tanto stasera!! :-))

@ Caro Baol, è l’uomo l’unico animale che uccide per futili motivi :-((
tristesse! …..

Rispondi

AGGIORNAMENTO SU ISLAMABAD-SARDEGNA: due fratelli uccisi a fucilate in faccia nel loro ovile ad Orgosolo, si sospettano collegamenti con l’omicidio Marotto…
(come commentare senza cadere nel qualunquismo socio-antropologico?)

Rispondi