Mi piace leggere. Mi è sempre piaciuto, sin da piccola: a 13 anni ho tentato di leggere Guerra e Pace ma era, obiettivamente, un pò prestino e io un pò troppo curiosa (o presuntuosa?).Ho recuperato anni dopo con Anna Karenina, capendo che come i russi non c’è nessuno. Sono uno di quelli che si chiamano “forti lettori“, cioè quelli che superano i 12 titoli l’anno (per pudore non dirò quanta roba ho letto negli ultimi due anni, per piacere e per lavoro, perchè vi chiedereste se ho una vera vita sociale o no..e un pò di mistero, si sa, è meglio mantenerlo). Amo i libri e preferisco indossare un abito usato piuttosto che leggere un libro consumato da altri (hanno fatto eccezione i libri universitari, con estrema goduria visti i costi hollywodiani). Ovviamente aborro il bookcrossing e ormai, in casa, la lotta è all’ultimo sangue fra noi e i libri che tracimano un pò ovunque. Sono anche di quelli che come Pennac credono che esista il diritto di NON leggere: essere dei maniaci della parola scritta non ci autorizza a sentirci migliori degli altri. Leggo quasi tutto: nella mia vita ci sono i classici russi, Sidney Sheldon, i grandissimi sardi (quasi tutti morti purtroppo), molti contemporanei, la letteratura americana (adoro Steinbeck, non mi ci ritrovo con Il giovane Holden)e ovviamente lui, il Re. Tutto questo per dirvi che oggi ho comprato Blaze, il nuovo libro di Stephen King: sento un gradevole pizzicore alle dita come non mi accadeva dai tempi belli (anche King ha avuto una orrida deriva commerciale negli ultimi 6-7 libri) e non vedo l’ora di piazzarmi sul divano, dopo cena, con lui.

14 comments

Rispondi

Sono cresciuto in una casa in cui i libri erano dappertutto, vista la passione dei miei per la lettura. Vivo in una casa nella quale ci sono più librerie che mobili. Mi sento male quando entro a casa di mia cognata, che di libri ha solo quelli di cucina (e pochi). Come non essere d’accordo con te, o mia sovrana.
Non mi resta che augurati buona lettura.
Un reverente abbraccio, Max

Rispondi

Magna sovrana, devotamente non posso che innalzare a voi regina un canto di gloria e un triplice osanna, che invero cotesto regno è regno illuminato, che neppure caterina di russia o la regina vittoria di britannia erano state così per cultura rinomate. Giusto è il vostro intendimento di leggere con piacevolezza lo nuovo libro di mastro King. In molte lande di questo regno si attendeva il prezioso manoscritto e in multipla soddisfazione et gaudenti lo leggeremo in ossequio al vostro magno consiglio 🙂
Devotamente vostro vassallo.

p.s. : Un momento di serietà.. ti invito ad andare nel blog di sillaba, “http://sillaba.blog.tiscali.it//”, perchè oggi ha messo una notizia importante

Rispondi

Che bello! Adoro le persone che amano i libri. E’ come entrare in un altro mondo. Mi astraggo completamente dalla realtà che mi circonda e mi immedesimo nei personaggi. Ho cominciato a nove anni, leggendo di nascosto, al lume di candela (e sono diventato miope) tutti i libri di papà. Mi affascinò in particolare Dmitrij Merezkovskij con due volumi ormai introvabili: La morte degli Dei (che era la storia di Giuliano l’apostata) e La resurrezione degli Dei (storia di Leonardo da Vinci). Tutti i libri di Luciano Zuccoli (e me ne feci di pianti sui suoi libri). Le mille e una notte (proibitissimo all’epoca).
Poi, da adulto ho amato anch’io il grande John Steinbeck, un premio Nobel oggi quasi sconosciuto. Ho numerosissimi libri di King, ma l’ultimo che ho comprato, La tempesta del secolo, mi ha deluso.
Mi è piaciuto molto invece L’ombra del vento, di Zafon. Penso che comprerò La cattedrale del mare di cui mi hanno parlato bene…e mi fermo qui perchè sto scrivendo troppo…
Mi inchino sottomesso

Rispondi

I libri sono una droga. Creano una meravigliosa dipendenza, dalla quale non vorrei mai guarire.
Dei libri mi piace tutto: l’odore dell’inchiostro, la ruvidità della carta sotto le dita, il fruscìo delle pagine che si voltano.
Adoro osservarli tutti ordinati in fila sulla libreria, colorati, invitanti. Adoro l’eccitazione che mi prende quando sto per iniziare una nuova lettura. Adoro farmi assorbire completamente dalla storia, buttarmi corpo e anima in un nuovo mondo. La sera, prima di dormire, adoro riprendere i passi che più mi hanno colpito, e lasciare che i pensieri, partendo da lì, galoppino liberi, fino a confondersi con i sogni.
Adoro portare sempre con me un libro, perchè così so che, sentendolo lì nella borsa pronto a catturarmi, in qualsiasi situazione troverò un momento di tempo per leggere.
Potrei continuare all’infinito, ma mi fermo perchè il mio treno sta partendo senza di me… 🙂

Rispondi

ieri sono entrata in metro, e mi sono sentita così stupida! Mezz’ora di tragitto senza un libro tra le mani… Ho invidiato ogni viaggiatore munito di pagine scritte, e mi sono ripromessa di andare in libreria presto, visto che in due settimane ho finito tre libri. Come ti capisco… oh! come ti capisco!

Rispondi

Sono un forte lettore anche io anche se non ho mai letto King 🙂

Rispondi

Di tutto un pò…:
* Mastermax, anche io e il CDV (Compagno di Vita), come diresti tu, abbiamo molti libri…e la quantità comincia a diventare un problema!

* Tony,sono attempata, è vero, ma non come le Regine citate…e il nuovo King pare buono 😉 Ho visto Sillaba: ha fatto bene a ricordare il Cessna!

* anche io, Sergio, riesco ad astrarmi dalla realtà…ma solo pochi libri mi fanno quest’effetto meraviglioso!

* Anche io, Ross, corro a prendere un treno adesso…e il libro l’ho già infilato nella borsa! 🙂

* Ciao Lei, vedi sopra…per i viaggi superiori al quarto d’ora, meglio premunirsi! 🙂

* Baol, devi provare il Re…io ho letto tutto, se vuoi posso consigliarti il meglio del meglio!

Rispondi

Ma che attempata e attempata! O magna sovrana voi mi siete si e no sorella, che anco io ormai di primavere ne ho vedute alquante anzichenò!

Rispondi

Pare che mentre era ubriaco fino alla punta dei capelli e viveva nella sordida roulotte, scrisse questo manoscritto, che si prospetta pauroso come solo lui sa fare. Lunga vita al RE !

Rispondi

*antonio, anche tu, allora, fai parte di quella fruttuosa annata…o fruttuoso decennio, diciamo, così ricomprendiamo un pò tutti 🙂
* Contessina, sono a pag.90 o giù di lì e il libro mi piace: come dice il Re nella prefazione, è davvero un grande omaggio a uno dei libri più belli di sempre, “Uomini e topi” di Steinbeck…

Rispondi

Rieccomi qui!
credo che siamo in tanti ad amare i libri. Io amo i libri nuovi e ho un rito tutto mio quando vado in libreria…se vuoi leggere il mio post http://louiseblog-elle.blogspot.com/2007/04/in-una-jungla-di-libri.html qui c’è tutto…buona lettura! Bacione

Rispondi

Anche io adoro leggere…al momento sono sprovvista di un buon romanzo nuovo che mi faccia compagnia prima di dormire.Devo fare un salto in libreria!Se no come già capitato mi toccherà ripassare qualcosa di già visto,quello con lo strato più spesso di polvere sopra 🙂
Mi farai saxe come se la cava Stephen questa volta?
Saluti&baci Reggy!

Rispondi

da Annalisa
il mio più che un commento è una richiesta, sto cercando il libro la Morte degli dei (Giuliano l’apostata)di Merezkovskij. Posseggo già vecchissine edizioni di
La nascita degli dei e
La resurrezione degli dei
Mi accontenterei anche di una copia rovinata o anche di una fotocopia.
Se qualcuno di questo blog mi potesse aiutare….
Grazie
lisafon@libero.it

Rispondi

Qualcuno può aiutare Annalisa che va errando alla ricerca del libro di Merezkovskij?

Rispondi