Piove, ormai da qualche giorno. Non sono andata al mare, che probabilmente, mi dicono, è coperto dalle nuvole, la salsedine che svolazza e una specie di nebbiolina che potrebbe anche sembrare fumo sull’acqua.
Iniziare così la settimana è due volte difficile, perciò mi sembra giusto dare una mano al mondo e ai miei 5 lettori con un po’ di musicoterapia. La leggendaria canzone dei Deep Purple non parla di pratiche esoteriche, di misteriosi e solitari hotel o di simpatie per il diavolo: è semplicemente una iniezione (endovena) di pura energia, con una sua storia, ma quel titolo (e quella chitarra) ci permette un po’ di immaginare, un po’ di ululare al cielo nuvoloso di questo noioso lunedì.

Inoltre vi consiglio di leggere...

6 comments

Rispondi

Una lettrice metereopatica come me, non può che apprezzare e ringraziarti!

Rispondi

“Smoke on the water” con coro e orchestra! Maestà, Voi trovate sempre cose fantastiche… Quella canzone ha una storia per davvero: mi pare di ricordare che il fumo sull’acqua fosse quello di uno studio di registrazione sul lago di Ginevra (frequentato non solo dai Deep Purple) che andò a fuoco…

Rispondi

La fichissima canzone ha una storia, è vero…
* J.Cole, anche io sono un pò meteo e infatti questo tempo (in Sardegna cielo coperto, caldo inutile e inquietudine senza un perchè) mi infastidisce assai :((

* Ciao Matteo! bella l’orchestra eh? :)) la storia è quella, la puoi trovare anche su Wikipedia :))

Rispondi

Grazie regina!!! buona scelta!

Rispondi

Nella storia c’entrava pure Frank Zappa se non sbaglio

Rispondi

ringrazio per il contributo musicale….tanto che sia a cagliari o porto torres, che sia a casa o in ufficio…piove sempreeeeee!!!
tanto vale stare al calduccio e ascoltare musica!
e ogni tanto lavorare…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *