«Ho seguito le polemiche sulla mia candidatura. Da sardo avrei fatto lo stesso. Però sappiate che io ho fatto politica da sempre e, da velista, conosco la Sardegna metro per metro» (Luca Barbareschi, candidato dal Popolo delle Libertà in Sardegna).

“In queste elezioni, più che in altre, i cittadini sentono che sono solo loro a decidere” (Piero Fassino, Teatro Verdi di Sassari: campagna elettorale).

(tratto da insardegna.eu, la locandina è del Vernacoliere)

Inoltre vi consiglio di leggere...

16 comments

Rispondi

il vernacoliere è un mito! Mi piace la frase di Barbareschi…vabbè…tutto passa anche le elezioni. ciao

Rispondi

per nostra fortuna non è sardo….

Rispondi

E meno male che tutto passa, anche se gli effetti, ahimè, restano…:-)
* ciao Elle, consoliamoci così…

* Anonimo, ti riferisci a Barbareschi? l’uomo non è stupido, ma che c’azzecca la sua candidatura in Sardegna? “forse non tutti sanno che” votando PdL in Sardegna faranno eleggere, appunto, uno il cui unico legame con l’isola è la vela… :-((
Quanto a Fassino, stendiamo una colata di asfalto pietoso, che è meglio…

Rispondi

Elettori: PRRRRRRRRRRRRRRRRRR!!!!! La pernacchia è sottintesa in ogni dichiarazione di queste meretrici della politica italiana. Senza offesa per le meretrici, che si guadagnano la pagnotta con fatica, loro.

Rispondi

..se uno vota Barbareschi e candidati connessi si merita tutto quello che gli arriva.. Fassino, poveretto, deve dire certe cose per contratto… No, o Giraffa, le meretrici si guadagnano il pane onestamente, non paragonarle a costoro nemmeno per scherzo ;-))

No Blogger

Rispondi

E quindi visto che conosce la sardegna in barca a vela pensa di conoscerne i problemi? ma roba da matti.. allora perchè non si candida a sindaco di tutte le isole eolie? o capocircoscrizione della piazzetta di capri? o anche presidente della provincia dell’isola d’elba? Mhà..

Rispondi

“…e, da velista, conosco la Sardegna metro per metro”

Che culo… meno male che non gli piace Trastevere, altrimenti ce lo trovavamo tra le balle qui…

=D

Rispondi

e il bello è che durante le elezioni sarò a madrid!!

ahahahahahahahha

posso sempre votare come italiano all’estero!

Rispondi

Oh somma regina, ma attraverso le tue molto politically correct pagine si puo’ fare propaganda? Oppure cosi’ facendo sto violando la par condicio? Amici elettori, compagne elettrici, il 13 e il 14 Aprile si vota. Approfitatene anche voi; in caso di bel tempo:mare! in caso di neve:sotto le coperte, possibilmente in (dolce) compagnia…

Rispondi

Propagandate quel che vi pare: qui il politicamente corretto la fa da padrone, com’è noto ;-))
* Sono d’accordo, Girà: almeno le meretrici lavorano e soprattutto si mettono in gioco personalmente (ah,la responsabilità individuale ;-)) ….

* No-B, purtroppo ci beccheremo quello che arriva anche se non li votiamo, mannaggia :-((
e Fassino & accoliti tutto sono meno che poveretti, mi auguro proprio che gli elettori scelgano davvero responsabilmente…non più loro però 🙁

* ciao Antò,ma lasciamo stare Barbareschi e la sua battuta infelice…pensiamo a chi l’ha messo lì,piuttosto 🙁

* Eh, Inverno, visto che culo abbiamo noi sardi?!

* Hola Mat, beato te! 🙂

* Ma certo, Mammuth, propaganda pure tranquillamente…io aggiungo un’altra opzione, già nota ai frequentatori: andare a votare ma per scrivere sulla scheda “W le tette” o in alternativa “Forza Cagliari” :-PPP

Rispondi

Sì, conosco il venrnacoliere da una decina d’anni. E’ più cattivi di me! 🙂

Rispondi

Beh….Io sono un fan di Fassino….Barbareschi l’ho sempre considerato abbastanza intelligente…però se non parlava del passato di velista la frase mi sarebbe piaciuta di più O____o

Rispondi

Appello culturale da me, se puoi passa 🙂

Rispondi

ke passino pure qste elezioni gia elaborate e prestabilite
grrrr
ciaoo
v

Rispondi

Chissà se sarò qui o nell’iberica Vitoria-Gasteiz, per le elezioni 🙂
malgrado tutto, spero di poter dare il mio conributo 🙁

Rispondi

IMPORTANTE: per quanto riguarda il dubbio della scheda bianca e/o invalidata: meglio non andare proprio a votare oppure andare comunque al seggio, farsi registrare e poi rifiutarsi di votare, facendolo mettere a verbale. Solo così si può essere davvero sicuri che il proprio non-voto, come atto di protesta, non finisca nel “premio di maggioranza” (cioè a Veltrusconi).

*Ciao Fabio, non si è mai abbastanza cattivi 🙂

* Baol, anche a me Barbareschi non dispiaceva…ma si sa che la politica corrompe e rompe, pure O_o

* Antò, aderisco volentieri al meme scespiriano… 🙂

* Ciao Viola, le elezioni passeranno, ma quanta deprescion a pensare che comunque vada sarà un insuccesso! :-((

* Ada, meglio i Paesi Baschi, dai retta….almeno c’è quell’accento coosì sexy! 🙂

Rispondi