Senti, ma…era proprio necessario un sito nuovo, tutto tuo? Cioè una roba seria, con l’archivio e il “chi sono”, come se non lo sapessero già, i tuoi cinque lettori, chi sei? Li perseguiti da molto tempo, precisamente dal 2007, col quel piccolo blog dal nome sobrio, Madrigopolis…

[no, non sento le voci, o almeno non ancora. Però ho una coscienza anche io, e non solo quando si tratta di comprare o no il terzo paio di sandaletti con strass]

E quindi cosa vorresti farne di questo sito, com’è che l’hai chiamato? “L’ottimista dilettante”…ma che vuol dire?

[vuol dire che ci provo, a praticare l’ottimismo. E non perché è una cosa “sfidante”, mica sto cercando di vendere pentole o spacciare per figo un lavoro precario, ma perché fa bene alla salute. In mancanza di vegetarianesimo, fiori di Bach, go vegan, corsetta quotidiana o spremuta di limone con zenzero proprio tutte le mattine, io ci provo così]

E cosa ci sarebbe dentro questo coso? No eh, perché vedo un sacco di roba…

[E’ il multitasking, bellezza! Adesso ci sono soprattutto scritti di varia natura, le cose di lavoro – articoli dal cartaceo, podcast della radio, interventi vari ed eventuali- li caricherò piano piano. Quando lavoro mi trovate soprattutto sui social network, per le info e un Cv aggiornato scrivetemi via mail]

Vabbè, allora proviamo. Ma sei seria tu, si vede. Addirittura scrivi. Proprio una con grandi ambizioni!

[oh, ma l’hai letto il sottotitolo? 🙂 ]

Enjoy!

Inoltre vi consiglio di leggere...

Rispondi