Metti che compri un cd a pochi euro, così, per curiosità, perché contiene una canzone di cui hai sentito parlare, un grande classico, e vuoi ascoltarla; metti anche che la suddetta canzone si riveli certo bella (l’autore è pur sempre un maestro delle parole) ma anche un abisso di depressione e di sfracellamento dell’umore. E siccome non si ha mai bisogno di buttarsi giù, quanto di sorridere magari arricciando un po’ gli angoli della boccuccia (ma mai, amici, quanto stamattina durante la photo-session con la mia fotografa personale, buttata sul tappeto rosso con una maglietta rossa e tanti libri intorno), ecco che per fortuna è arrivata in soccorso un’altra canzone, sempre nello stesso disco, che conoscevo, ogni tanto incontravo, ma che ora possiedo su Cd e che dedico a tutti i miei 5-6 lettori. Perchè è un pò malinconica, ma non disfattista; perchè fa sorridere di sè e degli altri, dei pensieri e di come eravamo ieri; perchè ci sono poche cose al mondo più vere del “cercare la maniera e non trovarla mai“.

DEDICATO (Ivano Fossati)
Ai suonatori un po’ sballati
ai balordi come me
a chi non sono mai piaciuto
a chi non ho incontrato
chissà mai perché

ai dimenticati
ai play-boy finiti
e anche per me.

A chi si guarda nello specchio
e da tempo non si vede più
a chi non ha uno specchio
e comunque non per questo
non ce la fa più
a chi ha lavorato
a chi è stato troppo solo
e va sempre più giù.

A chi ha cercato la maniera
e non l’ha trovata mai
alla faccia che ho stasera
dedicato a chi ha paura
e a chi sta nei guai
dedicato ai cattivi
che poi così cattivi
non sono mai.

Per chi ti vuole una volta sola
e poi non ti cerca più
dedicato a chi capisce
quando il gioco finisce

e non si butta giù
ai miei pensieri,
a come ero ieri

e anche per me.

E questo schifo di canzone
non può mica finire qui
manca giusto un’emozione
dedicato all’amore
lascia che sia così
ai miei pensieri
a come ero ieri
e anche per me.

Ai miei pensieri
a come ero ieri
e anche per me.

(la foto è di F.Sanna)

Inoltre vi consiglio di leggere...

8 comments

Rispondi

Ottimismo saltami addosso eh?! In quanto tuo lettore ti ringrazio per la dedica 🙂

Sempre disponibile a farmi intervistare 😀

Rispondi

Massì, mi piace ‘sta dedica, merci:-) e le foto????? Saranno mica nudi d’autrice, tipo “sotto la maglietta rossa niente”??!!!

Rispondi

Io questa canzone la trovo ottimista, o perlomeno realista…
*Baol, stai forse suggerendo di lanciarti un altro meme ;-)?

*Giraffa, non sono nudi, purtroppamente 😉 comunque fra qualche giorno le foto saranno pure esposte (segnalerò nei consigli per gli acquisti..)

Rispondi

Concordo: è una canzone realista. Magari un pò malinconica, però c’è speranza!

Rispondi

Nooooooo….proprio un’intervista…dato che mi sa che son venuti dubbi su chi sono 😛

chi meglio di te può farmi un’intervista? 🙂

Rispondi

Ok, sono il sesto: siamo al completo 😉
Bel testo ma onestamente Fossati… glom… mi fa venire il latte alle ginocchia (e non dico l’orchite perchè questo è il blog di una regina! E che cavolo sono educato io!)

Rispondi

P.S. Mia regina, ti ho nominato per un meme, ma non adirarti con me 😉

Rispondi

E’ vero, Fossati è un pò pesantuccio…ma volete mettere “La mia banda suona il rock” sparata a palla?! 😉
Allora, care ‘giovani zanzare’:

* Adaspina, a me infatti piace più il realismo del positivismo senza limitismo 😛
* Baol, l’intervista è un’idea…. 🙂
* Mastermax: provvederò al più presto al memoluccio!

Rispondi