* [Nel senso, ovviamente, di quel mitico settimanale con titoli enormi tipo: “Infermieri sciacalli ‘vendevano’ alle imprese di pompe funebri i morti in ospedale e coi lauti proventi della bustarelle organizzavano festini a luci rosse nelle camere mortuarie”]

Spiaggia assolata, in piena estate: mi si fa notare che la mia scorta di giornalacci di gossip e riviste “femminili” (sic!), è “roba brutta, perchè perdo tempo in queste letture”?

Ora, a parte che titoli tipo “Milly Carlucci: sorrido sempre ma devo fare i conti con una spina nel cuore oppure “Max Rosolino: ho chiesto a Natalia di darmi un figlio maschio” nonché “Celin Dion e il suo….secondo figlio in vitro” esercitano su di me un fascino perverso da sempre, rimango convinta che questo tipo di atteggiamento un po’censorio sia fondamentalmente snobistico, ma del tipo peggiore, quello dei parvenu della cultura, cioè quelli che ad agosto, in spiaggia, devono farsi vedere con un libro di Kundera in mano, perchè fa intelligente.

Io, che ho una grande curiosità in generale, non vorrei privarmi di nulla; sorrido pensando che la qualità è essenziale ma anche la quantità aiuta a capire molte cose e che è grazie agli innumerevoli libri di Stephen King o Agatha Christie letti in gioventù se oggi amo la raffinata Fred Vargas; leggo (a dir la verità sfoglio) volentieri i giornalacci ma uno dei miei libri della vita è Memorie di Adriano della Yourcenar, che peraltro ho tentato invano di far leggere al censore di cui sopra.

Quindi attenzione,criticoni, perchè fra il modello “sciampista che guarda Amici di Maria” e si compra solo le riviste in cui campeggiano le foto dei tronisti e l’intellettualoide che cita Kant e disquisisce per ore della “decrescita felice” c’è una terza via, probabilmente anche una quarta o quinta e chi più ne ha più ne metta, forse meno intelligente, certo non così noiosa, per fortuna ampiamente disintossicata dallo snobismo.

12 comments

Rispondi

uh uh uh! Cronaca vera è uno spasso! E' una lettura fantasticaaaa! Naturalmente sto dicendo questo con "Le metamorfosi" di kafka in mano 😉

Rispondi

Madry, non so chi ti abbia detto questa brutta cosa ma mi piace la tua definizione "parvenu della cultura"! L'importante è non avere l'assillo di dover dimostrare qualcosa pure in spiaggia 😉

Rispondi

* Ciao Ippaso….ora mi è venuta voglia e appena possibile andrò a comprarne una copia (di Cronaca Vera, mica delle Metamorfosi!)

* Grazie, Giraffa, queste definizioni imbevute di bontà mi vengono, come dire, spontanee…ma ci pensi a qualcosa tipo "Incinta di 8 mesi evade dall'ospedale calandosi con una fune per trascorrere una folle notte di passione…in trattoria a mangiare una bisteccona fiorentina"?! ;-D

Rispondi

credo che ci sia tempo per entrambe le letture
anche perchè senò si finirebbe per vivere la vita degli altri
diciamo che, capita, le notizie non mi sconvolgono più di tanto
quindi…
passo al libro 😀

ps. anche perchè lavorandoci nelle riviste….sai dopo un pò de due palle??

Rispondi

🙂 ti adoro..

Rispondi

perchè dai tutto 'sto peso ai parvenu della cultura (e del cervello)? ma lasciali nel loro brodo (di pollo)!
No Blogger

Rispondi

* ciao Irish, ora però ci devi rivelare i più sordidi segreti delle riviste…eh?! 😉

* grazie Contessina, sono un pò la vendicatrice mascherata di certe nostre incoffesabili pulsioni 🙂

* No blogger, io stavo lì tranquilla a leggermi la mia monnezza, ma poi mi hanno provocata, e allora….

Rispondi

ehm, inconfessabili (vedete che effetto fanno le buone letture..) 😀

Rispondi

Il mondo è bello perchè è (a)vario

😀

Rispondi

Ed io che ho sempre creduto che a portare il libro di Kundera in spiaggia si imbroccasse! 😉

Rispondi

vogliamo parlare della profonda conoscenza antropologica acquisita grazie a centinaia di telenovelas (prima che si chiamassero soap opera) sorbite durante infanzia e adolescenza? anche queste hanno contribuito a formare la nostra mente e il nostro spirito.

Rispondi

le telenovelas e anche le più recenti soap opera hanno una dignità perfino superiore a quella delle rivistacce, ti insegnano la vita insomma! ecco perchè oggi apriamo i giornali e non ci stupiamo più di nulla… O_o

Rispondi