Quanto mi piacerebbe tenere di nuovo un diario. Ormai il buco temporale è troppo grande, sono anni che ho perduto questa sanissima abitudine che fa meglio di una improvvisa cucchiaiata di Nutella e costruisce una capacità di autoanalisi che salva la vita negli anni a venire. Il diario, ovvero lo specchio di noi stessi: gli egocentrici avranno finalmente qualcosa di interessante da leggere, ovvero il racconto di se stessi, i timidi riusciranno a dirsi apertamente e diffusamente cose che fino ad allora avevano solo sussurrato fra sé e sé, tutti svilupperanno una benedetta capacità di osservazione e si spera di autocritica. Amo il diario, che non è certamente il blog: quest’ultimo è la variante pubblica di se stessi, in cui ancora una volta cerchiamo di essere belli e simpatici, interessanti e arguti, almeno se si vuole farne una minima occasione di conoscenza e socialità. Il diario, che è solo nostro, è più sincero e utile, è la storia della nostra vita, che possiamo rileggere con tenerezza e talvolta con curiosità: sono davvero io quella? E soprattutto, sono ancora io? Guardo con un sorriso i miei diari di ragazzina, che sono arrivati fino a lambire l’età adulta, perché poi sono stata troppo occupata a vivere la vita piuttosto che a scriverla; e ringrazio il caso e la mia buona volontà di avere scritto quelle pagine, perchè senza di loro, e senza le buone letture, le lettere mie e quelle degli altri, non avrei imparato (o meglio: cominciato a imparare) a fare la cosa che mi piace di più al mondo: scrivere.

(la foto è di F.Sanna)

11 comments

Rispondi

Già…sembra ieri che armati di carta e quaderno come di consuetudine nelle ore serali si “rovesciava” tutto il contenuto della testa su di un foglio e, al termine del fiume di parole o a volte di poche righe, ci si sentiva comunque meglio. Più consapevoli e con le idee più chiare o semplicemente abbastanza scarichi da andare a letto sereni.
Bei tempi…

Rispondi

Non ho mai scritto un diario. Pero’ mi ricordo ancora della marea di lettere e di favole che di volta in volta ho scritto per le persone a cui voglio bene. Ogni tanto mi diverte ancora farlo, anche se mi rendo conto che il tempo delle favole è agli sgoccioli…per gli altri ovviamente, non per un’animale preistorico come me! Ave o regina, lieto di rileggerti dopo il lungo tepore del letargo.

Rispondi

Ciao amiciui!
*Fiorsa, i bei tempi potrebbero tornare…è che ora siamo troppo presi dalla quotidianità galoppante, e ci esprimiamo in molti modi diversi…con le foto,per esempio ;-))

*ciao Mammuth,che piacere rivederti! 🙂 ora che il letargo è finito aspetto, se vorrai, i tuoi interventi spero numerosi,magari una letterina alla Sora franca, perchè no? 😉

Rispondi

mai tenuto un diario…ma ho scritto tanto e letto di più, e quindi va bene anche così

Rispondi

il diario, l’ho iniziato un po’ di volte, ma non sono mai riuscito a tenerlo. invece mi piaceva scriver delle storie, e farci anche dei disegnini, passione che malauguratamente non ho più coltivato.

Rispondi

Magna sovrana, ben vengo a dirLe che giuste son le sue elucubrazioni e sopraffino il discettare sulla differenza tra diario e blog. In verità io ho scritto tnti quaderni in passato, ma non ho mai tenuto un diario, perchè le pagine bianche che vedevo mi piacevano troppo 🙂 ma ho quaderni e quadernetti vari pieni di poesie e poesiucole dim invenzione.
Sovranissima son forse giunto a discoprire un immondo scoop riguardante la nuova baronessina del centrodestra italico, tal Maria Vittoria Brambilla.. a dover di cronaca l’ho scritto nella mia magione.. spero solo che non mi pervengano denunce penali.. In quel caso, a voi sovrana, vengo a chiedere benedizioni

Rispondi

e hai imparato a farlo molto bene:-)

Rispondi

Il diario segreto, depositario non tanto di segreti quanto di sfoghi, che a rileggerli facevano un pò di chiarezza…almeno, a me capitava così 🙂
** ciao Kabalino, dimenticavo appunto di dire che per la buona salute mentale sono indispensabili, insieme al diario,le buone e copiose letture 🙂

**Ciao J.Doe, carina l’abitudine dei disegnini, non abbandonarla!

**Sherlock-Antonio, ora vengo a vedere…certo però che le pagine bianche sono fatte per essere riempite, diventano forse meno belle ma certo più vive! 🙂

** Giraffetta, ma il tuo era forse un complimento alla mia attitudine da scribacchina?? GRAAAZIE, sei meravigliosa, dedico questo premio a tutti quelli che mi vogliono bene… (ah quello era l’Oscar?)
:-PP
……….
(adoro i complimenti, soprattutto quelli degli amici, ecco)

Rispondi

A me basta tenere il mio moleskin. Ci scrivo quando ho voglia, spesso anche a distanza di anni. Ma devo averlo sempre con me.
P.S. WOW per la foto… e il contenuto 😉

Rispondi

Nobile sovrana, in sulle mie terre di suo devoto vassallo è comparso un nuovo racconto che tende ad incedere sinanco nella lussuria.. attendo un suo regale commento affinchè giusta (dis)approvazione venga leggittimata..
Devotamente la riverisco

Rispondi

Buona giornata a tutti voi…
*ciao Mastermax, anche io utilizzo,ovviamente, i Moleskine :-)e per quanto riguarda la foto…beh, talvolta anche la Regina si materializza 😉
*Antoniuzzo…al tuo invito è impossibile resistere…e perdipiù corri il rischio di essere approvato, non il contrario!! 😛

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.