Sul concorso pubblico i pareri sono discordanti: c’è chi li tenta tutti, dal requisito della licenza media a quello del doppio master, e chi studia prima la strategia a tavolino.
Poi c’è chi ogni tanto ne tenta uno, studiacchia perfino (perché sennò, digiamogelo, è inutile), e poi scopre che è proprio quello che migliaia di persone aspettavano da anni. Il Mibac (Ministero per le Attività culturali) ha infatti bandito, la scorsa estate, un concorso nazionale per circa 500 posti: 397 posti di assistente alla vigilanza, sicurezza, accoglienza, comunicazione e servizi al pubblico, 3 posti di assistente tecnico calcografo, 30 posti di archeologo, 50 posti di architetto e di 8 posti di funzionario amministrativo economico finanziario.

Immaginate voi un potenziale “assistente alla vigilanza, ecc.” del Ministero dei Beni Culturali, cioè una figura che è un po’ custode, un po’ hostess, un po’ receptionist e simili, eccolo, immaginatelo mentre durante la prova preselettiva (100 quesiti a risposta multipla, tempo 1 ora), cerca di rispondere alla seguente domanda:

1. undici giocatori di una squadra di calcio, prima della partita, sono invitati dall’arbitro a stringere la mano degli undici della squadra avversaria. Quante sono le strette di mano? [121, 100, 88 o 66?]

Oppure:

2. l’equazione 4x – 2y -1= 0 rappresenta una….

– Retta con coefficiente angolare uguale a 2
– Retta con coefficiente angolare uguale a -2
– Retta con coefficiente angolare uguale a 4
– Retta con coefficiente angolare uguale a -1

Non vi dico l’umiliazione quando ho provato a fare questi test insieme ad Azzurro. Lui è un vero signore e non ha infierito sulla mia assoluta incapacità di comprendere come funzionassero le sequenze di lettere e numeri o cosa sia un triangolo ottusangolo.
Da parte mia, mi sono presa la mia bella rivincita azzeccando l’anno della marcia fascista su Roma e il modo in cui morì Cesare Pavese.

Non è un concorso pubblico, è il caro, vecchio, sempre divertente Trivial Pursuit!

PS: e a proposito, i borborigmi sono i rumori dell’intestino quando si muove, era anche questo uno dei possibili quiz per aspiranti addetti alla vigilanza 🙂
Qualche esperienza para-gastrica l’avevo già sperimentata in passato, ma non sapevo come chiamarla: oggi, dopo il Ministero dei Beni e attività culturali, sono, appunto, più acculturata!

Inoltre vi consiglio di leggere...

5 comments

Rispondi

La risposta alla prima domanda è 121… Ma mi ha aiutato di più la passione per il calcio che quella per la matematica 🙂

Rispondi

Ma è il Trivial o un concorso? perchè ormai la fantasia supera la realtà…

Rispondi

Riguardo all’umiliazione causata da inadeguatezza di fronte a test e quiz di carattere matematico, ti capisco benissimo!!!
Sono stata fidanzata per più di 4 anni con un fisico che adorava questi “giochetti” e me li propinava continuamente. Lui, a differenza di Azzurro, non era un signore e si faceva grasse risate per la mia mancanza di metodo ed elasticità mentale.

ps: l’unica che avrei saputo io era proprio quella dei borborigmi 😉

Rispondi

amiciui,paradossalmente questi Trivial però sono l’uncio modo per scremare le folle oceaniche… 🙁

* Matteo, auff, ti ci metti pure tu?! 😉

* Ciao S.B, come al Trivial si è più forti in alcuni arogmenti…e comunque niente supererà la selezione per rilevatori dell’Istat in cui veniva chiesto, tra l’altro, chi era l’attrice di “Colazione da Tiffany”!!

* Ahh, Jane, beccata….sei come minimo crocerossina o dottoressina allora!!! :DD

Rispondi

L’attrice di “Colazione da Tiffany”? Audrey Hepburn! Cavolo, a me un concorso! Subito! 🙂

Rispondi